Il caffè in Europa: storia del caffè italiano

Il caffè in Europa: storia del caffè italiano

1. Origini del caffè tra leggende e realtà

Non si sa esattamente quando fu scoperto il caffè, ma si può dire con certezza che le sue origini sono antiche.

È stato infatti trovato uno scritto del X secolo in cui si parla degli utilizzi dei chicchi di caffè come medicina.

Sul caffè girano molte leggende e la più conosciuta è quella che narra di un pastore dell’Etiopia, di nome Kaldi, che dopo aver notato che le sue pecore erano molto attive in seguito all’ingestione dei chicchi di caffè, decise di assaggiarli e ne scoprì il potere eccitante/energetico.

Non siamo in grado di dire se la prima scoperta del caffè e delle proprietà del caffè sia da attribuire realmente a questo pastore dell’Etiopia, ma quello che è certo è che, dall’Etiopia, l’uso del caffè si diffuse in Arabia e in Egitto secoli prima di giungere in Europa.

2. Il caffè arriva in Italia e nelle altre nazioni europee

Le origini del caffè in Europa sono italiane, perché la prima comparsa del caffè in Europa risale al 1570 e riguarda la laguna di Venezia.

Nello specifico, sembra che ad aver importato il caffè sia stato il medico del console di Venezia in Egitto che, al suo ritorno nella penisola italiana, ne portò alcuni sacchi.

Da allora, a Venezia il caffè iniziò ad essere conosciuto tra i più nobili – a causa del suo prezzo elevato – e in ambito medico, per le sue numerose proprietà benefiche.

La prima “bottega del caffè”, il caffè Florian, sorse proprio a Venezia, sotto il porticato che si affaccia sulla spettacolare Piazza San Marco. In breve tempo questa si trovò a scontrarsi con la concorrenza e fu proprio per questo che, nel 1716, pubblicò a scopo pubblicitario un opuscolo in cui si esaltavano i benefici del caffè.

Solo pochi decenni dopo a Venezia si contavano più di 200 caffetterie e, da Venezia, il caffè si diffuse altrettanto rapidamente in altre città italiane tra cui Padova, Torino, Roma, Napoli.

Come si può immaginare, l’espansione delle botteghe del caffè non si è fermata ai confini italiani e il caffè è presto diventato una bevanda conosciuta in molte città europee.

3. Il caffè italiano: bevanda degli intellettuali e simbolo d’amore

Le caffetterie acquisirono progressivamente maggior prestigio perché erano frequentate abitualmente da personaggi di prestigio e di elevato spessore culturale tra cui letterati, filosofi e politici che si riunivano attorno ad un tavolo, con una tazzina di caffè italiano in mano, a discutere, a scrivere e a scambiarsi opinioni.

Oltre ad essere, quindi, la bevanda degli intellettuali, il caffè è diventato anche simbolo di amore e regalo tra amati, che si scambiavano proprio ceste contenenti caffè e cioccolato nelle occasioni speciali.

Nell’articolo precedente sulle abitudini degli italiani con il caffè abbiamo scritto che in Italia, quando si è ospiti da qualcuno, è normale sentirsi chiedere se si vuole un caffè al punto che, se questo non succede, si pensa che chi ci ospita non gradisca molto la nostra presenza lì.

Il fatto che il caffè sia simbolo di ospitalità è collegato alla sua storia: infatti, inizialmente, il caffè veniva considerato dai sacerdoti la “bevanda del diavolo” per i suoi effetti energetici ed eccitanti.

Ne fu addirittura proposta la scomunica, insistendo affinché il Papa di allora, Clemente VIII, ne vietasse l’uso.

“Peccato” che il Papa, prima di vietarne l’uso, decise di provarlo e ne rimase così affascinato da decidere non solo di non vietarne l’uso, ma anche di definire il caffè “bevanda cristiana”.

Sembra sia proprio per questo motivo che, ancora oggi, il caffè in Italia è considerato un dono speciale da offrire ai cari e agli ospiti!

Conoscevi già la storia del caffè e l’universo di significati che c’è dietro ad un’apparentemente banale tazzina di caffè? Faccelo sapere nei commenti!

Noi continueremo a pubblicare articoli sui significati del caffè in Italia, consigli su come ottenere un ottimo caffè da gustare in casa con famiglia e amici, informazioni sui benefici del caffè, ricette sempre a base di caffè e molto altro. Seguici su facebook e non perderti i nostri approfondimenti!


Link esterno